Dimenticato la password?

Volosicuro

Il Negato Imbarco Aereo (Overbooking)

Che cos'è il negato imbarco aereo?

Può succedere che le compagnie neghino l’imbarco ad alcuni passeggeri. La causa più frequente è il fenomeno dell'overbooking o sovraprenotazione: le compagnie aeree hanno infatti l’abitudine di vendere o prenotare un numero di biglietti maggiore rispetto ai posti effettivamente disponibili a bordo. Questa prassi, naturalmente, comporta il rischio che ad alcuni passeggeri sia negato l’imbarco.

Le cause del negato imbarco aereo possono essere anche altre, ad esempio:

  • in alta stagione, quando i voli sono più affollati, le compagnie possono decidere di far partire prima i passeggeri di un volo che è stato cancellato, negando così l'imbarco ad altri;
  • se il volo è stato prenotato online appena prima della partenza, la compagnia potrebbe non avere ancora ricevuto il pagamento e negare l’imbarco al passeggero, anche se in possesso della carta di imbarco.
Ho diritto al risarcimento in caso di negato imbarco aereo?

Se la compagnia ti nega l’imbarco sul volo aereo hai diritto a un risarcimento (detto compensazione pecuniaria) che va dai 250 ai 600 euro.

Nello specifico, il risarcimento è di 250 euro per le tratte aeree inferiori a 1500km, di 400,00 euro per le tratte tra 1500km e 3.500km e di 600,00 euro per le tratte superiori a 3.500km.
Quali sono gli altri diritti del passeggero danneggiato dal negato imbarco aereo?

Oltre al risarcimento, puoi scegliere se ricevere dalla compagnia aerea:

  • un biglietto per volo alternativo;
  • il rimborso del biglietto aereo.

Inoltre hai diritto a:

  • pasti e bevande;
  • telefonate a spese della compagnia aerea;
  • sistemazione in albergo e relativo trasporto a spese della compagnia (se il negato imbarco implica il pernottamento nell’aeroporto di partenza).
È possibile chiedere altri danni oltre al risarcimento per negato imbarco aereo?

Se il tuo volo fa parte di un viaggio “tutto compreso” il negato imbarco può incidere sulla riuscita della vacanza. In questi casi l’organizzatore o l’agenzia di viaggi possono essere tenuti a risarcire il danno da vacanza rovinata. In ogni caso puoi chiedere il risarcimento per tutti gli ulteriori danni causati dalla perdita del volo aereo (ad es. la perdita di notti già pagate in hotel).

Contatta lo staff di Volosicuro.com per una consulenza gratuita oppure compila il modulo sottostante<

Cancellazione Volo Aereo

Ho diritto al risarcimento in caso di cancellazione del volo aereo?

Se la compagnia cancella il tuo volo aereo hai diritto a un risarcimento (detto compensazione pecuniaria) che va dai 250 ai 600 euro (a meno che la compagnia non ti informi della cancellazione con una o due settimane di anticipo, offrendoti al tempo stesso un volo alternativo fino alla destinazione finale).
Nello specifico, il risarcimento è di 250 euro per le tratte aeree inferiori a 1500km, di 400,00 euro per le tratte tra 1500km e 3.500km e di 600,00 euro per le tratte superiori a 3.500km.

Quali sono gli altri diritti del passeggero danneggiato dalla cancellazione del volo?

Oltre al risarcimento per il volo cancellato, puoi scegliere se ricevere dalla compagnia aerea

  • un biglietto per volo alternativo;
  • il rimborso del biglietto aereo.

Inoltre hai diritto a:

  • pasti e bevande;
  • telefonate a spese della compagnia aerea;
  • sistemazione in albergo e relativo trasporto a spese della compagnia (se la cancellazione implica il pernottamento nell’aeroporto di partenza).
In quali circostanze la compagnia aerea può rifiutarsi di pagare il risarcimento per la cancellazione del volo?

Per evitare di risarcirti, la compagnia deve provare che la cancellazione del volo aereo è dovuta a circostanze straordinarie.
Capita spesso che le compagnie adducano ragioni quali “motivi tecnici” o “motivi di sicurezza” senza però fornire prove o fornendo prove insufficienti a dimostrare l'eccezionalità delle circostanze.

Recentemente le compagnie aeree chiamano in causa circostanze eccezionali facendo riferimento a un elenco di casi individuati dal N.E.B. (National Enforcement Bodies). È importante sottolineare che tale casistica non è vincolante e non è mai richiamata dalla normativa comunitaria (e relativa giurisprudenza).

Proprio per questo è fondamentale avere accanto professionisti esperti che assicurino il tuo diritto a essere risarcito, soprattutto quando le compagnie aeree chiamano in causa motivi tecnici per non concedere risarcimenti.

È possibile chiedere altri danni oltre al risarcimento per la cancellazione del volo?

Se a causa della cancellazione del volo aereo hai subito danni patrimoniali, morali o esistenziali (ad esempio le spese sostenute, l’acquisto di altri voli per raggiungere la destinazione, la perdita di notti già pagate in hotel, etc) è tuo diritto chiedere un indennizzo ulteriore oltre al risarcimento per la cancellazione.

Se il tuo volo fa parte di un viaggio “tutto compreso” la cancellazione può incidere sulla riuscita della vacanza. In questi casi l’organizzatore o l’agenzia di viaggi possono essere tenuti a risarcire il danno da vacanza rovinata.

Contatta lo staff di Volosicuro.com per una consulenza gratuita oppure compila il modulo sottostante<

Perdita Coincidenza Aerea

Che cos'è la perdita della coincidenza aerea?

La perdita di una coincidenza aerea può verificarsi quando il passeggero, per giungere a destinazione, deve acquistare più di un biglietto per voli aerei programmati in sequenza.
Se il primo volo ritarda anche per un tempo minimo, di per sé trascurabile, può accadere che il passeggero non arrivi in tempo per imbarcarsi sul secondo volo e quindi perda la coincidenza aerea.

Ho diritto al risarcimento in caso di perdita della coincidenza?

La fattispecie della perdita coincidenza aerea è stata equiparata dalla Corte di Giustizia Europea a quella del negato imbarco ed è quindi suscettibile di risarcimento. Ma attenzione: il passeggero ha diritto al risarcimento solo se i due voli sono riconducibili a un unico contratto di trasporto aereo e sono operati dalla stessa compagnia aerea o da compagnie aeree appartenenti allo stesso gruppo (holding).
Se invece i due voli sono operati da compagnie aeree diverse il passeggero non ha diritto al risarcimento per la perdita della coincidenza.

Se hai perso una coincidenza hai diritto a un risarcimento (detto compensazione pecuniaria) che va dai 250 ai 600 euro.

Nello specifico, il risarcimento è di 250 euro per le tratte aeree inferiori a 1500km, di 400,00 euro per le tratte tra 1500km e 3.500km e di 600,00 euro per le tratte superiori a 3.500km.
Quali sono gli altri diritti del passeggero danneggiato dalla perdita della coincidenza?

Oltre al risarcimento, puoi scegliere se ricevere dalla compagnia aerea:

  • un biglietto per volo alternativo;
  • il rimborso del biglietto aereo;
  • il rimborso del biglietto aereo e un biglietto alternativo fino alla destinazione iniziale (se decidi di rinunciare al viaggio).

Inoltre hai diritto a:

  • pasti e bevande;
  • telefonate a spese della compagnia aerea;
  • sistemazione in albergo e relativo trasporto a spese della compagnia (se la perdita della coincidenza implica il pernottamento nell’aeroporto di partenza).
È possibile chiedere altri danni oltre al risarcimento per la perdita della coincidenza?

Se il tuo volo fa parte di un viaggio “tutto compreso” la perdita di coincidenza aerea può incidere sulla riuscita della vacanza. In questi casi l’organizzatore o l’agenzia di viaggi possono essere tenuti a risarcire il danno da vacanza rovinata. In ogni caso puoi chiedere il risarcimento per tutti gli ulteriori danni causati dalla perdita del volo aereo (ad es. la perdita di notti già pagate in hotel).

Contatta lo staff di Volosicuro.com per una consulenza gratuita oppure compila il modulo sottostante<

Ritardo Volo Aereo

Dopo quanto tempo scatta il diritto al risarcimento per il ritardo del volo?

Se il tuo volo parte o arriva in uno stato dell’Unione Europea, ogni ritardo superiore a tre ore dà diritto a un risarcimento (detto compensazione pecuniaria) che va dai 250 ai 600 euro.

Nello specifico, il risarcimento è di 250 euro per le tratte aeree inferiori a 1500km, di 400,00 euro per le tratte tra 1500km e 3.500km e di 600,00 euro per le tratte superiori a 3.500km.

Quali sono gli altri diritti del passeggero danneggiato dal ritardo del volo?

Se – a causa del ritardo – decidi di non partire più, oltre al risarcimento puoi chiedere anche il rimborso del biglietto aereo. Inoltre hai diritto a:

  • pasti e bevande
  • telefonate a spese della compagnia aerea
  • sistemazione in albergo e relativo trasporto a spese della compagnia (se il ritardo implica il pernottamento nell’aeroporto di partenza)
In quali circostanze la compagnia aerea può rifiutarsi di pagare il risarcimento per il ritardo del volo?

Per evitare di risarcirti, la compagnia deve provare che il ritardo del volo aereo è dovuto a circostanze straordinarie.

Capita spesso che le compagnie adducano ragioni quali “motivi tecnici” o “motivi di sicurezza” senza però fornire prove o fornendo prove insufficienti a dimostrare l'eccezionalità delle circostanze.

Recentemente le compagnie aeree chiamano in causa circostanze eccezionali facendo riferimento a un elenco di casi individuati dal N.E.B. (National Enforcement Bodies). È importante sottolineare che tale casistica non è vincolante e non è mai richiamata dalla normativa comunitaria (e relativa giurisprudenza).

Proprio per questo è fondamentale avere accanto professionisti esperti che assicurino il tuo diritto a essere risarcito, soprattutto quando le compagnie aeree chiamano in causa motivi tecnici per non concedere risarcimenti.

È possibile chiedere altri danni oltre al risarcimento per il ritardo del volo?

Se a causa del ritardo del volo aereo hai subito danni patrimoniali, morali o esistenziali (ad esempio la perdita di un giorno di vacanza) è tuo diritto chiedere un indennizzo ulteriore oltre al risarcimento per il ritardo.

Se il tuo volo fa parte di un viaggio “tutto compreso” il ritardo può incidere sulla riuscita della vacanza. In questi casi l’organizzatore o l’agenzia di viaggi possono essere tenuti a risarcire il danno da vacanza rovinata.

Contatta lo staff di Volosicuro.com per una consulenza gratuita oppure compila il modulo sottostante<

Infortuni del Passeggero Durante il Viaggio

In aereo

Se l’infortunio ha luogo durante il volo aereo o nel corso delle operazioni di imbarco e di sbarco la responsabilità è della compagnia aerea, che deve risarcirti fino a 113.100 DSP (diritti speciali di prelievo).
In caso di incidente la compagnia è tenuta ad anticipare il risarcimento danni nei confronti degli aventi diritto.

In nave

Se l’infortunio avviene a bordo della nave (dall’inizio dell’imbarco fino al compimento dello sbarco) il vettore marittimo sarà tenuto a risarcirti il danno.
In caso di trasporto marittimo internazionale, la responsabilità comprende i danni derivanti dalla morte o dalle lesioni personali subite a causa di un incidente, se l'evento dannoso è imputabile a colpa o negligenza della nave.
In tal caso la responsabilità del vettore marittimo è limitata a 400.000 DSP. Il diritto al risarcimento deve essere fatto valere entro due anni dalla data di sbarco.

In treno

Se l’incidente che provoca l’infortunio avviene sul treno, la responsabilità è della compagnia ferroviaria che è tenuta a risarcire te e/o i tuoi congiunti.
La compagnia deve effettuare il pagamento anticipato necessario a soddisfare le immediate necessità economiche della vittima dell’incidente o dei suoi congiunti entro 15 giorni dall'identificazione della persona fisica che ha diritto al risarcimento. In caso di decesso, il risarcimento danni non può essere inferiore a 21.000 euro.

In autobus

Hai diritto al risarcimento dei danni se l’infortunio avviene in seguito a un incidente su autobus di linea.
Per quanto riguarda i servizi a lunga percorrenza (ovvero per tratte superiori a 250 km), la legislazione comunitaria obbliga la compagnia a prestare assistenza immediata (che comprende. se necessario, sistemazione, cibo, indumenti, trasporto) e a risarcirti in caso di decesso o lesioni personali.

In hotel o struttura alberghiera

Se l’infortunio avviene in albergo la struttura ricettiva è tenuta al risarcimento.

IMPORTANTE

In caso di viaggio organizzato il tour operator o organizzatore di viaggi è responsabile e tenuto al risarcimento insieme alle compagnie di trasporto o strutture alberghiere.

Ricorda sempre di munirti di prove come:

  • verbali di pronto soccorso;
  • certificazioni mediche;
  • fatture delle terapie sostenute;
  • spese per medicine.

In questo modo potrai richiedere il danno patrimoniale e il danno da vacanza rovinata (se l’infortunio è tale da incidere negativamente sulla vacanza stessa).

Contatta lo staff di Volosicuro.com per una consulenza gratuita oppure compila il modulo sottostante<

Scopri se hai diritto al risarcimento

Ti serve aiuto?

Contatta i nostri esperti senza impegno

Clicca qui

Le nostre sedi